CoverOKAmatore600px

Da Amatore a MI

23,50€

Come ha fatto Jonathan Hawkins a passare da mediocre amatore a giocatore sulla soglia del titolo di Grande Maestro? In soli tre anni ha conseguito il titolo di Maestro FIDE e poi di Maestro Internazionale e le sue prime due norme di Grande Maestro… Quale è stato il suo segreto?

Categoria:

Descrizione prodotto

Il Maestro Internazionale Jonathan Hawkins è entrato con relativa lentezza nel mondo scacchistico. E’ vero che ha imparato le mosse all’età di otto anni, appassionandosi al gioco  e vincendo qualche torneo locale, ma, per sua stessa ammissione “nel momento della mia adolescenza il mio rapporto età / forza di gioco era decisamente nella media”.

Ha iniziato a studiare seriamente gli scacchi solo più tardi, scalando ugualmente e con notevole rapidità le graduatorie.  E’ diventato un Maestro FIDE nel 2008 e ha conseguito il titolo di Maestro Internazionale nel 2010. Ha poi conquistato le prime due norme di Grande Maestro nel 2011. Una nel fortissimo campionato britannico, condividendo il terzo posto e lasciandosi alle spalle numerosi giocatori molto più blasonati.

Come ha fatto Jonathan Hawkins a passare da mediocre amatore a giocatore sulla soglia del titolo di Grande Maestro? Gli ci sono voluti solo tre anni per diventare prima Maestro FIDE, poi Maestro Internazionale e infine raccogliere le sue prime due norme di Grande Maestro.

Il segreto era sapere cosa studiare e come imparare nel modo più efficiente possibile. Focalizzando la sua attenzione sui finali di partita, Jonathan ha individuato un certo numero di temi chiave e ideato delle aree importanti di studio su di essi.

Il risultato di questo lavoro è stata una rapida ascesa nelle classifiche dei forti giocatori, facendo sì che si affermasse definitivamente come uno dei principali killer di GM nel circuito dei tornei inglesi.. Le pagine di questo libro rivelano i segreti dei suoi quaderni per la prima volta.

Il MI Hawkins presenta in questo volume del materiale speciale destinato ad aiutarti a diventare un giocatore migliore nella parte pratica del gioco, armato di una più profonda comprensione degli aspetti chiave della partita. Un attento studio delle lezioni presentate in questo libro consentirà allo studente di scacchi di ottenere un decisivo miglioramento in termini sia prestazionali che di rating.

Il Maestro Internazionale Jonathan Hawkins è entrato con relativa lentezza nel mondo scacchistico. E’ vero che ha imparato le mosse all’età di otto anni, appassionandosi al gioco  e vincendo qualche torneo locale, ma, per sua stessa ammissione “nel momento della mia adolescenza il mio rapporto età / forza di gioco era decisamente nella media”.

Ha iniziato a studiare seriamente gli scacchi solo più tardi, scalando ugualmente e con notevole rapidità le graduatorie.  E’ diventato un Maestro FIDE nel 2008 e ha conseguito il titolo di Maestro Internazionale nel 2010. Ha poi conquistato le prime due norme di Grande Maestro nel 2011. Una nel fortissimo campionato britannico, condividendo il terzo posto e lasciandosi alle spalle numerosi giocatori molto più blasonati.

Come ha fatto Jonathan Hawkins a passare da mediocre amatore a giocatore sulla soglia del titolo di Grande Maestro? Gli ci sono voluti solo tre anni per diventare prima Maestro FIDE, poi Maestro Internazionale e infine raccogliere le sue prime due norme di Grande Maestro.

Il segreto era sapere cosa studiare e come imparare nel modo più efficiente possibile. Focalizzando la sua attenzione sui finali di partita, Jonathan ha individuato un certo numero di temi chiave e ideato delle aree importanti di studio su di essi.

Il risultato di questo lavoro è stata una rapida ascesa nelle classifiche dei forti giocatori, facendo sì che si affermasse definitivamente come uno dei principali killer di GM nel circuito dei tornei inglesi.. Le pagine di questo libro rivelano i segreti dei suoi quaderni per la prima volta.

Il MI Hawkins presenta in questo volume del materiale speciale destinato ad aiutarti a diventare un giocatore migliore nella parte pratica del gioco, armato di una più profonda comprensione degli aspetti chiave della partita. Un attento studio delle lezioni presentate in questo libro consentirà allo studente di scacchi di ottenere un decisivo miglioramento in termini sia prestazionali che di rating.

I commenti dei lettori:

Consiglio vivamente questo libro. Ogni giocatore ha necessità di lavorare sulla propria tecnica dei finali di partita, anche se può non essere spinto così tanto a farlo; tutti sogniamo di distruggere il nostro avversario in 15 mosse con l’ultima novità di apertura, ma purtroppo questo non è realistico. Chi vuole ottenere risultati seri e duraturi sa bene che la maggior parte delle partite si svolge in altro modo. E Hawkins rende lo studio dei finali decisamente gradevole.
Mark Crowley, USA

Jonathan Hawkins ha uno stile di scrittura accattivante e il contenuto del suo primo volume è interessante. E’ un libro che insegna a capire e fa imparare i finali identificando una serie di “temi base”. Una volta che li conosci, imparare le variazioni è facile. L’autore costruisce esempi che, dal punto di vista didattico, spiegano molto bene le sue idee. La sua spiegazione delle posizioni di Lucena e Philidor è la più chiara che abbia mai trovato.
William Bede, Nuova Zelanda

Questo è un grande libro – particolarmente istruttivo e facile da leggere. Sceglie alcuni finali e li spiega molto bene. Uno dei migliori libri di scacchi che ho letto negli anni, probabilmente il migliore per giocatori con elo 1400-2200.
Elizabeth Zoe Vicary, USA

Il modo in cui presenta il suo materiale sui finali mi ricorda molto il cliché di Capablanca, con l’uso di “temi” che possono essere compresi da chiunque.
Tutto ciò che dice è molto pratico e va veramente dritto all’essenza stessa della posizione.
Questo libro serve a spingervi ad un serio ripensamento nella conoscenza dei finali e a costruire la vostra fiducia per andare senza incertezza in qualsiasi finale di partita con un piccolo plus invece di prolungare un mediogioco poco chiaro.
Probabilmente il miglior libro sui finali che possiedo.
Filip Hellemans, Belgio

Informazioni Aggiuntive

CODICE PRODOTTO 6700
Autore Hawkins Jonathan
Anno 2014
Pagine p. 350
Editore LE DUE TORRI
Referenza Cod. 6700
ISBN 9788896076392

2 recensioni per Da Amatore a MI

  1. :

    Consiglio vivamente questo libro. Ogni giocatore ha necessità di lavorare sulla propria tecnica dei finali di partita, anche se può non essere spinto così tanto a farlo; tutti sogniamo di distruggere il nostro avversario in 15 mosse con l’ultima novità di apertura, ma purtroppo questo non è realistico. Chi vuole ottenere risultati seri e duraturi sa bene che la maggior parte delle partite si svolge in altro modo. E Hawkins rende lo studio dei finali decisamente gradevole.
    Mark Crowley, USA

  2. :

    Il modo in cui presenta il suo materiale sui finali mi ricorda molto il cliché di Capablanca, con l’uso di “temi” che possono essere compresi da chiunque.
    Tutto ciò che dice è molto pratico e va veramente dritto all’essenza stessa della posizione.
    Questo libro serve a spingervi ad un serio ripensamento nella conoscenza dei finali e a costruire la vostra fiducia per andare senza incertezza in qualsiasi finale di partita con un piccolo plus invece di prolungare un mediogioco poco chiaro.
    Probabilmente il miglior libro sui finali che possiedo.
    Filip Hellemans, Belgio

Aggiungi una recensione